Gambia

15° sec.: il territorio è colonizzato dall’etnia mandingo, che, legata all’impero del Mali, fonda nella valle del fiume Gambia numerosi regni. 1455: i portoghesi stabiliscono basi commerciali lungo il fiume Gambia. 1618: il regno del Portogallo concede all’impero britannico i propri diritti commerciali; nasce un conflitto, durato due secoli, con la Francia, che possiede tutto il territorio corrispondente all’attuale Senegal. Dal 1644, l’enclave viene usata come fonte di schiavi; i commercianti britannici stabiliscono alleanze con i principi dell’interno per il rifornimento di manodopera schiava per le colonie; le lotte di confine tra francesi e inglesi aumentano nel 18° sec. 19° sec.; una serie di guerre religiose porta all’islamizzazione del territorio e all’immigrazione musulmana; la soppressione della tratta schiavista fa perdere ogni importanza economica al territorio; di fatto, la schiavitù continua a esistere all’interno della colonia (abolita solo nel 1906). 1889: accordo tra Francia e Gran Bretagna sui confini. 1894: il Gambia diventa protettorato britannico.

 

1965, 18 febbraio: indipendenza; Dawda Jawara, fondatore del Partito popolare progressista (Ppp), è primo ministro. 1962: Jawara vince le elezioni, ma non esercita il potere per un voto di sfiducia dell’opposizione. 1970: con un referendum, il Gambia diventa una repubblica e adotta il sistema presidenziale; Jawara è eletto presidente. 1973: progetto di unione con il Senegal. 1981, luglio: un gruppo di oppositori musulmani cerca di rovesciare Jawara per instaurare un regime rivoluzionario islamico, ma il presidente, che in quel momento si trova a Londra, chiede l’aiuto delle truppe senegalesi per sedare la ribellione (500 morti).

 

1982, febbraio: Gambia e Senegal formano una federazione, chiamata Senegambia, diretta dal senegalese Abdou Diouf, da un consiglio confederato dei ministri e da un parlamento con deputati dai due stati. 1985: il Gambia ritarda la firma dei trattati di consolidamento della federazione; Jawara non porta a compimento gli accordi militari. 1989: il Gambia firma un patto di mutua difesa con la Nigeria; la federazione Senegambia si dissolve. 1991: Gambia e Senegal firmano un patto di amicizia.

 

1994, luglio: colpo di stato contro Jawara, da parte del col. Yahva Jammeh; Jawara va in esilio. 1995, gennaio: due membri del consiglio provvisorio delle forze armate sono arrestati per aver cercato di riconsegnare il governo ai civili. 1996: un referendum approva la nuova costituzione che introduce il multipartitismo; ai tre importanti partiti politici è impedito di partecipare alle elezioni, vinte da Jammeh, che diventa presidente. 1998: Ousainou Darboe, del Patito democratico unito (Udp), all’opposizione, accusa il governo di aver arrestato i suoi colleghi e di mantenere una democrazia con leggi illegittime.

 

2000, gennaio: il governo dice di aver sventato un colpo di stato; aprile: 12 persone uccise durante dimostrazioni di studenti che protestano contro la tortura e l’uccisione di uno studente in marzo; giugno: Darboe e 20 suoi sostenitori sono accusati dell’uccisione di un attivista del partito al potere, l’Alleanza patriottica per il rinnovamento e la costruzione (Aprc); luglio: 9 soldati e uomini di affari sono accusati di tradimento e tentato golpe contro il governo.

 

2001, luglio: Jammeh toglie il veto contro i partiti che ha proscritto nel 1994; settembre: una corte militare condanna a 16 anni il capo della guardia presidenziale, Landing Sanneh, per cospirazione contro Jammeh; ottobre: Jammeh vince un secondo mandato. 2002, gennaio: l’Aprc stravince nelle elezioni parlamentari, boicottate dell’opposizione; maggio: parlamentari dell’opposizione e giornalisti criticano una nuova legge sull’informazione passata dal parlamento, giudicata draconiana e tesa a imbavagliare la stampa.

 

2004, febbraio: Jammeh annuncia la scoperta di importanti giacimenti di petrolio; dicembre: una nuova legge sulla stampa consente l’imprigionamento di giornalisti trovati colpevoli di diffamazione e sedizione; pochi giorni dopo, Deyda Hydara, noto editore, è assassinato.

 

2005, febbraio: durante la visita di Jammeh in Brasile, sono firmati accordi di cooperazione tra i due paesi (la compagnia petrolifera brasiliana Petrobras aiuterà il Gambia a sfruttare i giacimenti da poco scoperti); marzo: ministri e funzionari pubblici sono licenziati e 30 ufficiali dell’esercito arrestati con l’accusa di corruzione e di aver tentato un colpo di stato; ottobre: una disputa con il vicino Senegal sulle tariffe doganali porta a una paralisi dei trasporti; il presidente nigeriano Olusegun Obasanjo media per risolvere la questione.

 

2006, marzo: il governo dice di aver sventato un colpo di stato; luglio: il capo della Commissione elettorale indipendente, Ndondi Njai, è licenziato; l’opposizione protesta per i troppi non-gambiani registrati come aventi diritto al voto; agosto: flusso di rifugiati dalla Casamance (regione meridionale del Senegal che aspira alla secessione) per scontri tra truppe senegalesi e separatisti della regione; settembre: Jammeh vince un terzo mandato.

 

2007, gennaio: l’Aprc vince le elezioni parlamentari e ottiene la maggioranza dei seggi in parlamento; febbraio: l’invitato dell’Onu, Fadzai Gwaradzimba, è espulso per aver criticato il presidente, che si è spinto ad affermare di poter curare l’aids; aprile: 10 ufficiali dell’esercito condannati per aver complottato un colpo di stato.

 

2008, maggio: Jammeh dice che taglierà la testa di ogni omosessuale trovato in Gambia. 2009, marzo: Amnesty International denuncia la sparizione di centinaia di persone nel corso di una campagna governativa contro la stregoneria; agosto: sei giornalisti imprigionati per aver criticato il presidente (sono perdonati poco dopo); settembre: Jammeh minaccia di uccidere i difensori dei diritti umani: «In verità, sono dei sabotatori»; ottobre: Jammeh lancia un appello al dialogo e alla pace in Casamance; dicembre: Jammeh riceve la visita del presidente senegalese Abdoulaye Wade.

 

2010, marzo: 10 persone (tra cui l’ex capo del personale delle forze armate) sono arrestate per tradimento; settembre: 8 persone condannate a morte per «tentato colpo di stato nel 2009»; ottobre: introdotta la pena di morte per possesso di cocaina o eroina; novembre: il Gambia rompe i legami con l’Iran, dopo che la Nigeria ha rivelato di aver intercettato armi iraniane destinate al Gambia.

 

2011, maggio: ex ufficiali dell’esercito e della marina sono condannati a 20 anni di prigione per presunto coinvolgimento in un colpo di stato nel marzo 2006; luglio: Amnesty International denuncia uccisioni extragiudiziarie, sparizione di persone e torture da parte delle forze di sicurezza; novembre: Jammeh vince un quarto mandato in una elezione fortemente criticata.

 

2012, gennaio: l’ex ministro dell’informazione, Amadou Janneh, è condannato all’ergastolo per aver distribuito T-shirt con la scritta: “finiamola con la dittatura”; marzo: il partito al potere vince le elezioni parlamentari, sabotate dall’opposizione; giugno: l’ex ministra della giustizia, Fatou Bensouda, diventa procuratore capo della Corte penale internazionale dell’Aia; agosto: nove prigionieri sono giustiziati con la fucilazione; settembre: in seguito a forti critiche internazionale per il ripristino della pena di morte, Jammeh interrompe le esecuzioni.

2013, gennaio: il presidente decide che i dipendenti pubblici lavorino quattro giorni la settimana, dalle 8.00 alle 18.00, concedendo anche il venerdì libero per la preghiera, le attività sociali e l’agricoltura; ottobre: Jammeh annuncia il ritiro del Gambia dal Commonwealth, giudicato «una istituzione neo-colonialista».

 

2014: dicembre: un gruppo di diplomatici gambiani sono arrestati e imprigionati a Londra con l’accusa di aver importato illegalmente e venduto 29 tonnellate di tabacco; un gruppo di militari tentano un colpo di stato, mentre il presidente è all’estero, ma il golpe fallisce; il presidente accusa i cittadini della diaspora.

 

 

2015, gennaio: dozzine di soldati e civili sono arrestati, accusati di aver preso parte al fallito golpe di dicembre; 2 uomini, con doppia nazionalità statunitense e gambiana, sono arrestati negli Stati Uniti, accusati dal Dipartimento della giustizia di «cospirazione contro una nazione amica»; secondo l’FBI, uno dei due arrestati è il leader e il principale finanziatore dell’attacco di dicembre.

 

2016: decine di soldati e civili arrestati, accusati di aver partecipato al fallito golpe di dicembre 2014; Ebrima Solo Kurumah, membro del partito di opposizione, muore mentre è in prigione; dicembre: Jammeh perde le elezioni presidenziali, superato dal candidato dell’opposizione, Adama Barrow; Jammeh non accetta l’esito delle elezioni e dichiara lo stato di emergenza per 90 giorni.

 

2017, gennaio: Jammeh abbandona il potere e se ne va in esilio in Guinea Equatoriale, ma solo dopo che le nazioni vicine hanno minacciato di intervenire militarmente; 19 gennaio: il nuovo presidente Barrow presta un primo giuramento all’ambasciata gambiana di Dakar (Senegal): «Rientrerò quando la situazione la consentirà»; fine gennaio: Barrow è accolto da grandi folle all’aeroporto di Banjul; il nuovo presidente rimuove la qualifica “islamica” dal nome ufficiale del paese: d’ora in poi sarà soltanto “Repubblica di Gambia”; 18 febbraio: Barrow presta solennemente giuramento come presidente del Gambia; aprile: il Partito democratico unito stravince le elezioni parlamentari, umiliando l’Alleanza patriottica per il rinnovamento e la costruzione (Aprc) dell’ex presidente.

 

2018, gennaio: il nuovo presidente rivela che potrebbe chiedere l’estradizione di Jammeh dalla Guinea Equatoriale, dove si è rifugiato, per poterlo processare in patria; il presidente equato-guineano Teodoro Obiang Nguema fa sapere che non concederà l’estradizione di Jammeh; febbraio: Barrow dice di voler abolire la pena di morte in Gambia; nel frattempo sospende tutte le condanne; i leader africani del Commonwealth si dicono pronti a riaccogliere il Gambia nella comunità.

 

(Aggiornato al 4 marzo 2018)

Nome ufficiale: Repubblica del Gambia
Superficie
: 11.295 km2
Capitale
: Banjul (550.000 abitanti)
Lingue
: inglese (ufficiale), mandinga, wolof, peul e altre
Sistema politico
: repubblica presidenziale
Indipendenza
: 18 febbraio 1965 (dalla Gran Bretagna)
Capo di stato e di governo: Adama Barrow (dal 19 gennaio 2017)
Religioni
: musulmani (80%), cattolici (2,5%), cristiani non cattolici (6,5%), seguaci delle religioni africane (11%)

 


Popolazione

Abitanti: 2.051.500 (stime luglio 2017)
Gruppi etnici
: mandinga (34%), peul-fulani-tukulur (22,4%), wolof (12,6%), jola-karoninka (10,7%), serahuli (6,6%), serer (3,2%), manjago (2,1%), bambara (1%), altri (6,4%), non africani (1%)
Crescita demografica annua
: 2,05% (stime 2017)
Tasso di fertilità
: 3,85 figli per donna
Popolazione urbana
: 60,8% (2017)
Mortalità infantile
(sotto i 5 anni): 68.9/1.000
Speranza di vita
: 65,1 anni
Analfabetismo
(sopra i 15 anni): 45%
Prevalenza Hiv
: 1,7% (2016)
Accesso a servizi sanitari adeguati
: 58,9%
Accesso all’acqua potabile
: 90,2%

 


Economia

48,4% della popolazione vive sotta la soglia di povertà

Indice di sviluppo umano: 0,452 (173° su 188 paesi)

Prodotto interno lordo: 1,03 miliardi di dollari (3,58 miliardi di dollari a parità di potere d’acquisto nel 2017)
Pil pro capite annuo
: 502 dollari (1.700 dollari a parità di potere d’acquisto 2017)
Crescita economica annua
: 3% (2017)
Inflazione
: 8,3% (2017)
Risorse naturali
: pesce, argille, silice, titanio (rutilo e ilmenite), stagno, zircone
Prodotti agricoli
: riso, miglio, sorgo, arachidi, mais, sesamo, cassava, noci di palma; bovini, ovini
Esportazioni
: derivati dalle arachidi, pesce, noci di cocco, cotone (109,7 milioni di dollari nel 2017)
Importazioni
: cibo, prodotti manifatturieri, carburanti, macchinari e mezzi di trasporto (316,1 milioni di dollari nel 2017)
Debito estero
: 620 milioni di dollari (fine 2017)

Non solo Libia. Dove sventola la Mezzaluna in Africa

Turchia-Africa / I viaggi di Erdogan Il presidente turco è appena tornato dagli incontri in 3 paesi africani: Algeria, Gambia, Senegal. Dal 2003 sono 30...

La promessa mancata di Barrow

Gambia, crisi pericolosa Tre anni dopo la storica svolta democratica che, con libere elezioni e il sostegno della comunità internazionale, mise in fuga il dittatore...

Gambia: Tensioni per la volontà di rientro nel paese dell’ex dittatore

Gambia In una conferenza stampa ieri a Banjul, le vittime di presunte violazioni dei diritti umani compiute sotto il regime dell'ex presidente del Gambia Yahya...

Mauritania: Almeno 58 migranti morti nell’Oceano Atlantico

Mauritania / Migrazioni Un’imbarcazione a corto di carburante che trasportava ameno 150 migranti si è capovolta nell'Oceano Atlantico, al largo della Mauritania, e almeno 58...

GR AFRICA – Giovedì 10 ottobre 2019

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Egitto: Amnesty denuncia la stretta repressiva del regime con oltre 2.300 arresti. Tunisia:...

Gambia: Destinati alle vittime parte dei ricavi della vendita dei beni...

Gambia Il governo del Gambia ha destinato al fondo di aiuto per le vittime della dittatura una cifra pari a 900mila euro, denaro ricavato dalla...

GR AFRICA – Mercoledì 29 maggio 2019

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI DI OGGI:   Human right watch: “Gravi violazioni e crimini di guerra nel...

Gambia: tentato golpe del 2017, condannati otto ex ufficiali

Primi verdetti Otto ex ufficiali militari dell'esercito del Gambia sono stati condannati per aver preso parte al tentato colpo di Stato del 2017 per rovesciare...

GR AFRICA – Giovedì 4 aprile 2019

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Uganda: una turista americana e il suo autista rapiti in un parco...

Sierra Leone: Denunciata all’UE la pesca illegale di barche italiane in...

Pesca illegale Pescherecci da traino italiani hanno effettuato "incursioni" in aree protette lungo la costa della Sierra Leone, catturando squali e infrangendo le stesse norme...

Migranti uccisi in Gambia, Hrw chiede giustizia

Arrestati e torturati nel 2005 L’ong Human Rights Watch torna chiedere giustizia su un orrendo massacro di migranti consumatosi quasi 14 anni fa in Gambia. È...

GR AFRICA – Martedì 22 gennaio 2019

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Nigeria: il terrorismo minaccia le elezioni generali di febbraio. Etiopia: una nuova legge...

Senegambia: Inaugurato in Gambia un ponte che collega nord e sud...

Infrastrutture Con una cerimonia storica per i due paesi, i presidenti del Gambia Adama Barrow e del Senegal Macky Sall, hanno inaugurato ieri a Farafegny...

Iniziato il tour d’inizio anno del ministro degli esteri cinese in...

Cina-Africa Il ministro degli esteri cinese Wang Yi ha iniziato il 2 gennaio una visita ufficiale in Etiopia, prima tappa di un tour africano che...

GR AFRICA – Mercoledì 19 dicembre 2018

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Kenya: 26 elefanti morti misteriosamente nel parco del Masaai Mara. Spagna: cresciuta grazie...

Gambia: Sospeso per corruzione il presidente della Federazione nazionale di calcio

FIFA / Gambia La Federazione internazionale di calcio ha bandito, l’ex presidente della Federazione nazionale del Gambia, Seedy Kinteh, da tutte le attività calcistiche per...

GR AFRICA – Martedì 11 dicembre 2018

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Sud Sudan: Amnesty denuncia l’aumento delle condanne a morte anche di minori. Marocco:...

Stati Uniti: Negato l’ingresso nel paese all’ex dittatore del Gambia Yahya...

Gambia / USA Gli Stati Uniti hanno annunciato ieri d’aver negato l’ingresso nel paese all'ex presidente del Gambia Yahya Jammeh e ai membri della sua...

Gambia: La Francia consolida i propri interessi con 30 milioni di...

Gambia / Aiuti economici Con una donazione di 30 milioni di euro di aiuti, dati ieri al Gambia, la Francia cerca di consolidare i propri...

GR AFRICA – Martedì 16 ottobre 2018

Radionews Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Nigeria: giustiziata dagli ex Boko Haram un’altra operatrice della Croce Rossa. Comore: barricate...

Gambia: Commissione verità e riconciliazione per i crimini dell’ex dittatore

Gambia / Ex dittatura E’ stata annunciata ieri in Gambia la creazione della Commissione di verità e riconciliazione, formata da 11 membri e incaricata di...

GR AFRICA – Giovedì 17 maggio 2018

Afriradio News Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Gambia: decine di migranti giustiziati da paramilitari legati all’ex dittatore Jammeh. Kenya:...

Gambia: Decine di migranti giustiziati da milizie legate all’ex dittatore Jammeh

Gambia / Jammeh Un'unità paramilitare controllata dall'allora dittatore del Gambia, Yahya Jammeh, ha giustiziato più di 50 migranti nel luglio 2005. A denunciarlo è un...

GR AFRICA – Lunedì 14 maggio 2018

Afriradio News Ascolta le principali notizie dal continente, a cura della redazione di nigrizia.it I TITOLI: Nigeria: sanitari in sciopero minacciano di boicottare il contrasto a ebola. Etiopia:...

Gambia: Una donna eletta per la prima volta sindaco della capitale...

Gambia / Elezioni municipali Una donna d'affari di 46 anni, Rohey Malick Lowe, è stata eletta sabato sindaco della capitale del Gambia, Banjul, diventando così...

Lavori in corso

Gambia, un anno dopo Un anno è poco per rimettere in piedi un paese piegato da 22 anni di dittatura, ma il nuovo presidente ha...

Gambia: L’ex dittatore Jammeh fuggito con 50 milioni di dollari dello...

Gambia / L'eredità di Jammeh Il governo del Gambia ha sequestrato i beni appartenenti all'ex dittatore Yahya Jammeh, in esilio in Guinea Equatoriale dallo scorso...

Gambia: Cacciato il dittatore, il paese torna al voto per eleggere...

Gambia / Elezioni Il Gambia torna alle urne oggi per le prime elezioni parlamentari libere dopo 22 anni di regime del dittatore Yahya Jammeh, sconfitto...

Gambia: Arrestato il capo dell’intelligence durante il regime di Jammeh

Gambia L’ex capo dei servizi segreti del Gambia, Yankuba Badjie, è stato arrestato lunedì assieme ad un altro ex funzionario dell’intelligence. La famigerata National Intelligence...

Barrow: “Il Gambia resterà nella Cpi e rientrerà nel Commonwealth”

Gambia Il neo-presidente del Gambia, Adama Barrow, ha annunciato ieri alle Nazioni Unite che il suo paese non uscirà dalla Corte penale internazionale (Cpi /Icc)...