Usa / Africa

Oggi è entrata in vigore una disposizione del Dipartimento di stato americano che limita il rilascio dei visti per affari e turismo ai cittadini eritrei e ai funzionari governativi guineani. La nuova politica dei visti è stata annunciata ufficialmente sui siti web delle rispettive ambasciate americane. Sarebbero stati sottoposti alla stessa misura restrittiva anche la Sierra Leone e la Cambogia, ma le loro ambasciate americane non hanno ancora comunicato ufficialmente la nuova direttiva.

Il provvedimento sarebbe dovuto alla riluttanza di questi paesi ad accettare il rimpatrio dei propri cittadini, espulsi dagli Stati Uniti perché immigrati illegalmente.
La lista dei paesi recalcitranti alle deportazioni americane è piuttosto lunga e comprende: Cina, Cuba, Vietnam, Laos, Iran, Birmania, Marocco e Sud Sudan. Non è chiaro perché le restrizioni nel rilascio dei visti siano partite proprio contro i due paesi africani.
Il Dipartimento di stato Usa è generalmente restio a prendere simili misure, per timore di ritorsioni nei confronti dei cittadini americani. Finora erano stati colpiti solo due paesi: Guyana e Gambia. (Voice of America)