Algeria / Elezioni 2019

Il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika ha annunciato ieri che rinuncerà alla sua candidatura per un quinto mandato e che le elezioni, previste il 18 aprile, slitteranno di un anno.

L’annuncio è arrivato ventiquattrore dopo il rientro dell’anziano presidente da Ginevra, dove si era recato per cure mediche, e sulla scia di proteste di massa, assolutamente pacifiche, che da più di due settimane scuotono il paese.

La prima reazione è ststa al dimissione del primo ministro Ahmed Ouyahia e la nomina al suo posto dell’ex ministro degli Interni Nouredine Bedoui. A lui è stato affidato l’incarico di formare un nuovo governo di transizione. Ramtane Lamamra, ex consigliere diplomatico di Bouteflika, è stato nominato vice primo ministro.
Alcuni giuristi fanno però notare la totale incostituzionalità del rinvio del voto di un anno.

In una lettera ai cittadini all’inizio del mese, Bouteflika aveva promesso che, se rieletto, avrebbe lasciato il potere entro un anno, indicendo nuove elezioni. (Africanews)