Angola

Lo scoppio di un’epidemia di febbre gialla in Angola ha ucciso 37 persone dallo scorso dicembre, con almeno 8 nuovi casi emersi nelle ultime 24 ore. A riportare la notizia è stato ieri un alto responsabile della sanità, Adelaide de Carvalho. Lo scoppio della febbre gialla, trasmessa attraverso le punture di zanzara, è partito dal sobborgo di Viana della capitale Luanda, per poi diffondersi rapidamente in tutto il paese che conta attualmente 191 persone infette.

De Carvalho ha riportato che un team di funzionari sanitari è impegnato al momento nel monitorare i sobborghi della capitale, dove l’infezione si è aggravata a causa delle scarse condizioni igieniche in cui vive una buona parte della popolazione. “Devono essere urgentemente intraprese delle azioni per migliorare le condizioni sanitarie delle zone colpite dal virus” ha detto la de Carvalho. Secondo il Centro per il Controllo e la Prevenzione di Malattie, i sintomi della febbre gialla includono febbre improvvisa, mal di testa acuto, nausea, vomito e affaticamento. (Reuters)