Rd Congo

Nella Repubblica democratica del Congo 13 milioni di persone hanno urgente bisogno di aiuti umanitari. “Necessità causate da conflitti interni, che sono raddoppiate nell’ultimo anno”. A dichiararlo è stato ieri il responsabile degli affari umanitari delle Nazioni Unite, Mark Lowcock, ai membri del Consiglio di sicurezza, in vista dell’incontro dei donatori internazionali, previsto il 13 aprile a Ginevra.

“Il finanziamento è il principale ostacolo alla risposta umanitaria nella Rd Congo”, ha affermato Lowcock, e le Nazioni Unite sperano di ricevere 1,7 miliardi di dollari quest’anno, quasi quattro volte l’importo richiesto nel 2017.

Il capo dell’ufficio Onu per il coordinamento degli affari umanitari, che ha visitato la Rd Congo la scorsa settimana, ha affermato che oltre 4,6 milioni di bambini sono gravemente malnutriti e che il paese sta affrontando la peggiore epidemia di colera in 15 anni. Il paese è inoltre al centro della più grande crisi di dislocamento di persone del continente, con 4,5 milioni di sfollati interni e altri 746 mila fuggiti nei paesi vicini.

A pesare sono anche le zone di conflitto interne al paese – la vasta regione centrale del Kasai, l’intensificarsi degli scontri inter-etnici nelle provincia orientale dell’Ituri e in Katanga-Tanganica, e la radicata attività di varie milizie nel Kivu. Un’insicurezza accentuata dai ripetuti ritardi nel tenere le elezioni presidenziali, inizialmente previste a dicembre 2016.

“Nessuno di noi dovrebbe credere che la semplice espansione dell’aiuto umanitario stia effettivamente affrontando i le principali cause di sofferenza del paese”, ha detto l’amministratore dell’agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale, Mark Green. La comunità internazionale deve esigere che quest’anno si svolgano elezioni credibili – quelle che il presidente Joseph Kabila ha ripetutamente rimandato – e se le elezioni non si svolgeranno come previsto a dicembre, allora “dobbiamo ripensare al nostro sostegno e al nostro approccio”, ha aggiunto. (Voice of America)