Burundi

I rappresentanti del governo del Burundi incontreranno a Bruxelles quelli dell’Unione europea il prossimo 8 dicembre per discutere della crisi politica che coinvolge il paese dalla fine di aprile. Lo riporta l’emittente Radio France Internationale (Rfi).

Secondo le informazioni diffuse dalla radio, le due delegazioni saranno guidate dal ministro degli Esteri olandese Bert Koenders e dal suo omologo burundese Alain Aimé Nyamitwe. L’Unione europea, che ha richiesto questo incontro da oltre un mese secondo quanto prevedono gli accordi di Cotonou siglati con vari paesi africani, denuncia da tempo violazioni dei diritti umani compiute dal governo di Bujumbura.

Nel corso dell’incontro, le autorità del Burundi dovranno presentare un elenco di provvedimenti da prendere per rispondere a queste preoccupazioni. Le misure dovrebbero poi essere sottoposte a monitoraggio. In caso di mancato rispetto, il Burundi rischia nuove sanzioni dopo quelle imposte contro singole personalità legate sia alla maggioranza che agli avversari del presidente Pierre Nkurunziza.

Intanto, continuano le violenze nel paese: da martedì sera almeno cinque persone, secondo fonti di stampa, sono morte nella capitale Bujumbura e nella provincia che la circonda, a seguito di due attacchi con granate contro altrettanti bar e a scontri a fuoco tra forze dell’ordine e uomini armati. Si sono registrati anche nove feriti. (Misna)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati