Burundi

Il presidente del Burundi è stato nominato “eterna guida suprema” dal partito al potere, CNDD-FDD. Pierre Nkurunziza, che guida il paese dal 2005, è stato insignito del titolo lo scorso fine settimana e ieri il segretario del partito, Evariste Ndayishimiye, ha riaffermato pubblicamente la lealtà dell’intero schieramento politico, definendo il presidente un “visionario”, per le sue idee e insegnamenti.

La piccola e impoverita nazione dell’Africa centrale è stata scossa da violenza, repressione e insicurezza dal 2015, quando Nkurunziza ha ottenuto un terzo mandato in modo incostituzionale. Da allora, secondo l’Onu, tra le 500 e le 2.000 persone sono state uccise nel paese. Più di 400.000 sono fuggite e decine di attivisti di opposizione sono stati costretti all’esilio.

A maggio il paese dovrebbe tenere un referendum su modifiche alla Costituzione che estendono la durata del mandato presidenziale da cinque a sette anni. Le nuove norme introdurrebbero nuovamente il vincolo di due soli mandati consecutivi senza tener conto però dei termini precedenti, estendendo potenzialmente la presidenza di Nkurunziza fino al 2034.

In vista del voto popolare, i gruppi per i diritti umani e le opposizioni hanno denunciato una massiccia operazione di registrazione forzata di elettori, compresi minori, e una campagna di incitamento alla violenza contro chiunque contesti il referendum. (Voice of America)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati