Burundi

Il procuratore generale del Burundi, Sylvestre Nyandwi, ha comunicato sabato l’arresto di sei persone (due donne e quattro uomini), ritenute coinvolte nell’assassinio del ministro dell’Ambiente e della pianificazione Urbana, Emmanuel Niyonkuru. L’uomo è stato freddato con un colpo d’arma da fuoco alla testa davanti alla sua abitazione nella capitale Bujumbura, la notte del 1 gennaio. Tra gli arrestati vi è anche Benoit Ndorimana, boss del bar-ristorante “Chez Andre”, nel quale il ministro si era recato quella sera. Ndorimana si sarebbe trovato nell’auto guidata dalla vittima assieme ad una donna, anch’essa agli arresti. (Global Times)