Camerun / Ambazonia

L’organizzazione non governativa Amnesty International ha denunciato violazioni dei diritti umani nelle due regioni anglofone del Camerun occidentale, sia da parte delle forze di sicurezza che dei separatisti anglofoni che si scontrano da mesi.

Da settembre a maggio, si legge in uno studio pubblicato nei giorni scorsi, almeno 44 membri delle forze di sicurezza sono stati uccisi da separatisti armati nelle regioni dil North-West e del South-West. «Gli insegnanti e gli studenti accusati di non avere partecipato al boicottaggio imposto dai separatisti sono stati aggrediti fisicamente e almeno 42 scuole sono state attaccate tra febbraio 2017 e maggio 2018», ha denunciato Amnesty. Allo stesso modo «le forze di sicurezza hanno commesso violazioni dei diritti umani, tra cui omicidi, esecuzioni extragiudiziali, distruzione di proprietà, arresti arbitrari e torture durante le operazioni militari». (Africanews)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati