Bracconaggio

Il 18 agosto la polizia del Camerun ha sgominato un’organizzazione di bracconieri arrestando sei persone e confiscando 718 chili di pelli di pangolino. La notizia è stata diffusa ieri dall’organizzazione per la tutela ambientale Last Great Ape Organisation (LAGA).

I pangolini, o formichieri squamosi, sono una delle specie più trafficate al mondo e sono in pericolo di estinzione. Le squame che li rivestono sono ampiamente utilizzate nella medicina tradizionale cinese e la loro carne è una prelibatezza in molti paesi asiatici e africani.

I sei bracconieri, cinque camerunesi e un cittadino della Repubblica Centrafricana, sono stati arrestati a Douala, città costiera nel sud-ovest del Camerun, da dove sarebbero dovuti essere trasportati oltreconfine, probabilmente via mare, in Nigeria.

La maggior parte dei 718 chili di pelli del piccolo mammifero sequestrate, provenivano dalla Repubblica democratica del Congo, fa sapere LAGA, secondo cui i criminali avrebbero acquistato i pangolini da trafficanti più piccoli in Camerun, Repubblica Centrafricana e Repubblica democratica del Congo, per poi inviarli in Nigeria, da dove sarebbbero stati esportati in Asia. (Africanews / AFP)