Algeria

L’accelerazione da metà luglio

Algeria: Rottura delle relazioni diplomatiche col Marocco

Il ministro degli esteri algerino Ramtane Lamamra ha annunciato il 24 agosto, nel corso di una conferenza stampa, la rottura immediata delle relazioni diplomatiche col vicino Marocco. Lungo l’elenco di ragioni che giustificherebbero una...
Nuove frizioni tra i due paesi. Ma gli affari vanno a gonfie vele

Algeria: Rabat dietro gli incendi nel nord

Nuove e più intense frizioni tra Algeria e Marocco. Algeri ha infatti deciso di rivedere le sue relazioni con il vicino scomodo e di «intensificare i controlli al confine» con il Marocco, alla luce...
La libertà di stampa zoppica

Algeria, chiesti tre anni di carcere per Rabah Karèche

La sentenza sarà emessa il 12 agosto. La pubblica accusa ha richiesto 3 anni di prigione e un’ammenda di 625 euro per il giornalista algerino Rabah Karèche che da 109 giorni si trova in...
Calcio / Gli ambasciatori della causa berbera

Algeria: JSK, l’orgoglio della Cabilia

Chi pensa che la politica non debba avere diritto di cittadinanza nel mondo dello sport, e del calcio in particolare, probabilmente non conosce la storia della Jeunesse Sportive de Kabylie (JSK). In occasione della semifinale...
Algeria. Analisi post elezioni con Samir Benlarbi

Leader Hirak: “Molti di noi temono la sconfitta. Ma non sarà così”

Samir Benlarbi, 46 anni, uno dei leader del movimento algerino Hirak ha una lettura chiara di quel che è accaduto il 12 giugno, con le elezioni legislative anticipate nel suo paese. «La maggior parte...
Il voto del 12 giugno

Algeria: pace sociale a rischio

"Uno stato civile, non uno militare". È uno degli slogan che viene maggiormente ripetuto ogni venerdì da migliaia di algerini per le strade della capitale e delle principali città del paese, sottolineando che le...
Il monaco fra i tuareg sarà presto santo

Charles de Foucauld, ostinato testimone del Vangelo

Tra i modelli a cui si è ispirato papa Francesco nella recente enciclica Fratelli tutti c’è proprio lui, Charles de Foucauld. In conclusione alla lettera enciclica scrive: «Esprimeva la sua aspirazione a sentire qualunque...
Rapporto Sipri

Stabile il commercio di armi, ma cresce nel Sahel

Stavolta arriva una notizia non drammatica dal report del Sipri (Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma): il volume delle consegne di sistemi d’arma tra paesi non è aumentato tra il 2011-15 e...
In migliaia in piazza l’8 marzo

Donne algerine, cuore dell’Hirak

Al grido di “Via il sistema”, migliaia di donne algerine hanno protestato lo scorso 8 marzo ad Algeri, chiedendo l’abrogazione del codice di famiglia, come parte integrante del movimento di contestazione anti-sistema Hirak che...
Parziale mea culpa della Francia sui crimini del colonialismo

Algeria: Macron riconosce l’assassinio di Ali Boumendjel

L’Algeria ufficiale e la stampa algerina hanno reagito positivamente, la scorsa settimana, al riconoscimento del presidente francese Emmanuel Macron dell’assassinio da parte dell’esercito francese di Ali Boumendjel. Dirigente nazionalista del Fronte di liberazione nazionale e...
Algeria /Intervista al militante Hirak Mohammed Benaissa

“Le scelte del presidente sono solo fumo negli occhi”

Scioglimento dell'Assemblea nazionale, rimpasto di governo (il quarto in un anno) e grazia presidenziale concessa a una trentina di detenuti del movimento Hirak. Le tre scelte del presidente della Repubblica algerino, Abdelmadjid Tebboune, dopo...
Crisi saheliana / Analisi dell’Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma

E se la soluzione arrivasse da Algeri e Rabat?

Le ragioni del conflitto nel Sahel sono complesse. L’area affronta una crisi multidimensionale, che include la proliferazione di gruppi terroristici, reti criminali, pressioni ambientali, debolezze statali e gravi problemi di governance. L’unica cosa certa sono...
Il piatto nordafricano dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità

La politica del cuscus

Il cuscus non è solo un orgoglio culinario del Nord Africa e un simbolo di riscatto sociale, celebrato nel noto film del regista tunisino Abdellatif Kechiche La graine et le mule, del 2007, ma...
Nordafrica/ Potere e popolo. Le rivolte 10 anni dopo

Rivoluzioni in stand by

La caduta di tre dittatori nordafricani si consuma nel giro di pochi mesi, all’inizio del 2011, sotto la spinta della rivolta popolare. Il primo a lasciare è il tunisino Ben Ali il 14 gennaio,...
Il ricordo dell’arcivescovo emerito di Algeri

Henri Teissier, pioniere del dialogo interreligioso

L’evento della morte: 1 dicembre 2020 Mons. Henri Teissier, ex-arcivescovo di Algeri, è morto il martedì 1° dicembre 2020, alle prime ore del mattino. Era stato arcivescovo di Algeri dal 1988 a 2008. La ricerca...
Scomparso a 87 anni l’eroe della resistenza

Algeria, l’ultimo saluto a Lakhdar Bouregaa

Si sono svolti ieri i funerali di Lakhdar Bouregaa, comandante dell’esercito di liberazione nazionale algerino, e soprattutto figura simbolo dell’movimento popolare nonviolento Hirak, morto il 4 novembre all’età di 87 anni a causa del...
Algeria / Il referendum del 1° novembre

Una Costituzione a stretto regime

Il 1° novembre il progetto di nuova Costituzione algerina sarà sottoposto a referendum, in un’atmosfera sospesa. Il presidente Abdelmadjid Tebboune è stato trasferito il 28 ottobre in un ospedale tedesco per un “controllo approfondito”,...
Algeria / Intervista esclusiva a uno dei leader di Hirak

Il “sistema” è ancora al potere

Samir Benlarbi, 45 anni, è uno dei leader del movimento algerino Hirak, nato nel febbraio del 2019, antidoto e, allo stesso tempo, il detonatore che ha innescato la cacciata, dopo 20 anni, della mummia...
Musica e cultura

L’Algeria piange la morte di Idir

La porta si è chiusa sulla vita di Idir, a Parigi sabato 2 maggio, a causa di una malattia polmonare. La vita e la porta sono del più celebre e più intenso cantante kabilo...
Rapporto Amnesty International 2020

Pene capitali: i primati di Egitto e Somalia

  Con 32 esecuzioni e 435 sentenze capitali anche nel 2019 l’Egitto è stato il paese africano che ha usato in modo più sistematico la pena di morte come strumento di repressione. A confermare questo...
Il movimento Hirak alle strette

Algeria: l’ora della repressione

Ieri per il secondo venerdì consecutivo l’Hirak non è sceso nelle strade dell’Algeria. Il movimento nonviolento che dal febbraio dello scorso anno chiede la fine del vecchio “sistema” di potere affronta ora una nuova...
Algeria

Il coronavirus ferma il paese ma non l’Hirak

“Corona wela ntouna!” (Meglio il coronavirus che voi!) Fino a qualche giorno fa sui social e nelle manifestazioni circolava questo slogan dell’Hirak, il movimento popolare di protesta nonviolenta ininterrotta dal 22 febbraio dello scorso...
Rapporto Sipri sui sistemi di armamento

Vendita di armi, una crescita senza fine

È una consuetudine. Amara. Il rapporto annuale di Sipri sui trasferimenti mondiali dei grandi sistemi d’arma è uno schiaffo alla povertà e un sorriso al business. Di pochi. L’ultimo report, infatti, segnala una crescita...

Libia, i timori di Algeri e Tunisi

Se cade Tripoli Accomunati dalle stesse preoccupazioni e debolezze interne, i due paesi puntano sulla carta della neutralità per evitare il contagio della crisi libica. Ma se Haftar prende il controllo della capitale, dovranno cambiare...

L’Algeria non scippa il “mare nostrum”

Polemiche e trattative Il nuovo governo di Algeri e l’esecutivo italiano si preparano a discutere sulla Zona economica esclusiva che il paese maghrebino ha esteso nel 2018. Ma c’è chi, in Italia, vuole farne un...

Sonatrach-Augusta: pessimi affari per lo stato

Algeria-Italia, business non trasparente L’acquisto, per 725 milioni di dollari, da parte del colosso petrolifero algerino della raffineria siracusana e la sua attuale cattiva gestione (una perdita di 25 milioni al mese) stanno creando proteste...

L’Hirak al bivio, un anno dopo

Algeria. Le scelte del movimento Comincia a calare il numero di partecipanti alle proteste del venerdì ad Algeri. Oltre alla prevedibile stanchezza di un movimento che continua a manifestare ininterrottamente dal 22 febbraio 2019, si...

Non solo Libia. Dove sventola la Mezzaluna in Africa

Turchia-Africa / I viaggi di Erdogan Il presidente turco è appena tornato dagli incontri in 3 paesi africani: Algeria, Gambia, Senegal. Dal 2003 sono 30 gli stati visitati dal “sultano”. La conferma dell’attivismo ottomano in...

Algeria: Proseguono le espulsioni forzate di migranti in Niger

Algeria / Niger Il governo algerino sta continuando la campagna di espulsione forzata di migranti sub-sahariani nel nord del Niger, come avvenuto per tutto il 2019. L’ultimo convoglio di diverse centinaia di persone, era in...

Nordafrica. Cantieri aperti per le riforme

AFRICHE IN CORSO - DOSSIER GENNAIO 2020 La scommessa per il 2020 è che le mobilitazioni di piazza che hanno attraversato i paesi della sponda sud del Mediterraneo possano portare veramente alla dismissione di quelle...
29,100FansMi piace
23,472FollowerSegui
1,640IscrittiIscriviti