Vittorie di misura nelle semifinali
Nella Coppa d’Africa, contro ogni pronostico, la nazionale zambiana ha battuto in semifinale il favorito Ghana. E domenica sfiderà la Costa d’Avorio, che ha sconfitto il Mali.

Grande sorpresa a Bata dove lo Zambia ha battuto il Ghana 1 – 0 nella prima semifinale della Coppa d’Africa 2012 che si è svolta nel pomeriggio di ieri. Dopo un rigore fallito dal ghaneano Gyan (lo stesso giocatore che aveva fallito il rigore decisivo contro l’Uruguay per l’accesso in semifinale di Coppa del mondo 2010 in Sudafrica) al settimo minuto di gioco, è stata una prodezza di Emmanuel Mayuka a dieci minuti dal termine a far piangere i Blacks Stars e a mandare i Chipolopolos in finale della competizione continentale dopo 18 anni, la terza della loro storia dopo quelle del 1974 e 1994.

Nell’altra semifinale, che si è giocata nella serata di ieri, e che era un derby dell’Africa dell’Ovest tra la Costa d’Avorio e il Mali, gli elefanti ivoriani hanno avuto la meglio sulle aquile maliane, con una vittoria di misura, 1 – 0. Il goal partita è stato segnato da Gervinho, giocatore dell’Arsenal, all’ultimo minuto del primo tempo.

Mentre tutti i pronostici davano per scontato una confronto, nella finale di domenica, tra Ghana e Costa d’Avorio, saranno invece i Chipolopolos dello Zambia a sfidare gli elefanti della Costa d’Avorio, domenica prossimo allo stadio dell’ “Amitié sino-gabonaise” di Libreville, capitale gabonese, per il titolo di Campione d’Africa 2012 che si sta giocando il Guinea Equatoriale e Gabon dal 21 gennaio.

Un confronto tra due squadre completamente diverse. Una partita dal risultato già scritto. Sulla carta. Da una parte abbiamo la squadra zambiana che non ha in organico nessuna stella internazionale, ma è molto organizzata. Da segnalare che il suo capitano, l’attaccante Christopher Katongo (foto), milita nella formazione cinese dell’Henan Jianye.

Comunque, gran parte dei suoi giocatori militano in formazioni africane. Citiamo Davies Nkausu (Supersport United Football Club/Zambia), Sunzu Stoppila (Zanaco/Zambia), Kennedy Mweene (Free State Stars/Sudafrica), Joseph Musonda Golden Arrows/Sudafrica). Ci sono poi Francis Kasonde, Hichani Himonde e Kalaba Rainford, che giocano nella squadra del Tout Puissant Mazembe (Rd Congo) e che sono stati decisivi nella vittoria della squadra di Lubumbashi della Champions League africana 2009 e 2010. Il Tout Puissant Mazembe è è stata anche finalista della Coppa del mondo per club nel 2010 ad Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti); una finale persa contro i nerazzurri dell’Inter.

La squadra ivoriana gioca invece la sua terza finale dopo quelle del 1992 e 2006. E quest’anno può vantare di una difesa imbattuta (finora) e un organico pieno di solisti e campioni che giocano nei migliori club europei, in particolare nella Premier League inglese. Sono Didier Drogba (Chelsea/Inghilterra), Salomon Kalou (Chelsea/Inghilterra), Gervinho (Arsenal/Inghilterra), Yaya Toure (Manchester City/Inghilterra), Kolo Toure (Manchester City/Inghilterra), Didier Zokora (Trabzonsport/Turchia), Copa Barry (KSC Lokeren/Belgio).

Due note a margine. La federazione senegalese di calcio ha deciso di separarsi dal tecnico Amara Traoré dopo la figuraccia dei leoni della Teranga in Coppa d’Africa 2012. Nella giornata di ieri, il Sud Sudan – il nuovo stato nato il 9 luglio 2011, dopo un referendum di autodeterminazione – ha fatto il suo ingresso alla Confederazione africana di calcio.

Finali di Coppa d’Africa:

Finale per il terzo posto (sabato 11 febbraio 2012)
Ghana – Mali

Finale (domenica 12 febbraio 2012)
Zambia – Costa d’Avorio ore 20.00