Centrafrica / Crimini di guerra

E’ stato arrestato e trasferito alla Corte penale dell’Aja, Alfred Yekatom Rombhot, leader di una delle milizie nate dalla scissione del movimento anti-Balaka (che si autodefinisce cristiano) in Centrafrica, accusato di crimini di guerra e contro l’umanità.

La Corte penale internazionale ha dichiarato di aver emesso un mandato d’arresto l’11 novembre “per la sua presunta responsabilità penale per crimini di guerra e crimini contro l’umanità commessi nella Repubblica centrafricana occidentale tra dicembre 2013 e agosto 2014.”

In quanto a capo di una milizia circa 3mila uomini, Yekatom – ex membro del parlamento soprannominato “Rambo” – è accusato di omicidio, trattamento crudele, deportazione, detenzione, tortura, persecuzione, sparizione forzata (contro la popolazione musulmana) e reclutamento di bambini soldato sotto i 15 anni. (Voice of America)