Repubblica Centrafricana

La Repubblica Centrafricana si prepara ad affrontare le elezioni presidenziali e parlamentari che si terranno il 13 dicembre, secondo quanto affermato dalla commissione elettorale ieri.

La votazione doveva avere inizio il 18 ottobre ma è stata rinviata, in parte a causa delle ripetute violenze nella capitale Bangui, in parte a causa dei grossi problemi di organizzazione del voto. L’autorità nazionale per le elezioni, infatti, ha dovuto fare fronte anche a problemi logistici – legati soprattutto al censimento di rifugiati e sfollati interni – a carenze di fondi e alle dimissioni dei suoi due più importanti funzionari.  Il ballottaggio, se necessario, sarà previsto per il 24 Gennaio, ha detto la radio di stato.

La Repubblica Centrafricana è precipitata nel caos nel 2013 dopo che i combattenti musulmani del gruppo Seleka avevano conquistato il potere in un paese a maggioranza cristiana. Successivamente avevano lasciato il posto a un governo di transizione nel 2014 sotto la pressione internazionale, ma erano comunque seguiti lunghi mesi di violenze.

Le elezioni hanno lo scopo di inaugurare un nuovo governo in grado di ristabilire l’ordine nel paese, tra i più turbolenti dell’Africa, e spianare la strada per il ritiro delle forze di pace Onu e francesi presenti nel territorio dal 2013. (Reuters)