Repubblica Centrafricana

Il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian ha annunciato che la Francia si ritirerà dalla Repubblica Centrafricana entro la fine di quest’anno, dal momento che ha raggiunto i suoi obiettivi di ripristino della sicurezza nel paese dopo tre anni di scontri interetnici e religiosi.

Lo ha annunciato nella capitale centrafricana Bangui, dove si trovava oggi per partecipare alla cerimonia d’insediamento del nuovo presidente Faustin-Archange Touadera, che ha vinto al ballottaggio le elezioni del 14 febbraio.

“Posso confermare la fine dell’operazione Sangaris nel corso del 2016 – ha detto Le Drian – Le truppe francesi sono riuscite a riportare la calma anche se non tutto è stato risolto”.

La Francia ha lanciato l’operazione Sangaris nel dicembre 2013 subito dopo lo scoppio del conflitto provocato dal rovesciamento dell’allora presidente Francois Bozizé. Durante l’apice del conflitto la missione contava 2500 uomini, ora circa 900. Il contingente si ridurrà gradualmente durante tutto il corso dell’anno. Il ministro della difesa francese, tuttavia, non ha fornito un calendario preciso per il ritiro. (Rfi)