Repubblica del Congo / Elezioni

Il capo di stato uscente della Repubblica del Congo, Denis Sassou Nguesso, è stato rieletto al primo turno delle elezioni presidenziali che si sono tenute domenica.

Secondo i dati diffusi dalla commissione elettorale Nguesso ha ottenuto il 60% delle preferenze. Fermi a una distanza incolmabile gli altri candidati: Guy-Brice Parfait Kolélas secondo con il 15% dei voti e il generale Jean-Marie Michel Mokoko terzo con il 14%.

I due candidati domenica avevano contestato i risultati preliminari pubblicati dalla commissione elettorale e chiesto una nuova conta dei voti. Per potersi ricandidare Nguesso ha beneficiato di una modifica della Costituzione, denunciata dall’opposizione come colpo di Stato.

Dopo l’approvazione della nuova Costituzione nel referendum dello scorso 25 ottobre (che ha di fatto permesso a Nguesso di ricandidarsi eliminando i limiti di età e di mandati della vecchia carta), Sassou-Nguesso ha annunciato lo scorso 22 dicembre che le presidenziali, inizialmente previste per il mese di luglio, sarebbero state anticipate a marzo.

Per questo voto c’erano timori di possibili disordini. Nella città portuale e capitale economica del Paese, Pointe Noire, molti quartieri sono stati sigillati delle forze di sicurezza, isolando il centro cittadino dove risiedono la maggior parte degli occidentali e dove hanno sede le compagnie petrolifere multinazionali.
La comunità internazionale, inquieta per possibili violenze, ha fatto appello alla calma, rivolgendosi a tutti i partiti politici e ai candidati dell’opposizione. Opposizione che ha creato una “commissione tecnica” parallela per sorvegliare lo svolgimento del voto e lo scrutinio, iniziativa qualificata come “illegale” dal potere. E per questo, per impedire che le opposizioni diffondano i propri risultati, tutte i mezzi di telecomunicazione nel paese sono stati oscurati per ragioni di sicurezza nazionale.

Sassou Nguesso, classe 1943, è stato alla guida del paese all’epoca del partito unico, dal 1979 fino al 1992 quando viene eletto presidente Pascal Lissouba. A conclusione della guerra civile, Nguesso torna al potere nel 1997 per poi essere eletto Capo dello Stato nel 2002, nel 2009. E ora per un’ennesimo mandato. (Le Monde / Afp)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati