Costa d'avorio / Politica

“Per l’Italia la Costa d’Avorio è strategica tanto sul piano economico che su quello politico”. E’ quando detto ieri dal ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, che dalla capitale ivoriana ha annunciato la firma di un accordo quadro di cooperazione che dovrebbe riguardare anche impegni comuni dei due paesi contro il crimine organizzato e la tratta di esseri umani. Incontrando il presidente Alassane Ouattara, il ministro ha poi anche promesso un incontro per presentare il paese a imprenditori italiani. In questa visita – seconda tappa di un viaggio in Africa partito dalla Nigeria – Gentiloni è accompagnato da rappresentanti di imprese impegnate nei due paesi: Eni, Leonardo Finmeccanica, Saipem, Federalimentari Confindustria, Ferrovie e Distretto della Pesca e della Crescita Blu della Sicilia con cui il governo ivoriano aveva già siglato accordi per lo sfruttamento della fauna ittica all’inizio del mese.