Kossi Komla: «Uniti siete il futuro dell’Africa»
Il medico e scrittore togolese Kossi Komla Ebri risponde alle domande di Afriradio nel corso del Forum europeo degli studenti africani

«Il futuro dell’africa passa inevitabilmente attraverso la diaspora africana». Lo dice Kossi Komla Ebri, medico e scrittore, uno dei maggiori esponenti di quella che oggi viene comunemente denominata “letteratura migrante”, autore di numerosi scritti, tra cui: “Vita e Sogni – Racconti in concerto” (2007), “La sposa degli dèi -Nell’Africa degli antichi riti” (2005), “Nuovi imbarazzismi – quotidiani imbarazzi in bianco e nero…e a colori” (2004), edizioni dell’Arco-Marna. Parla di una diaspora debole Komla, riferendosi alla propria generazione, intervenendo a margine del Forum europeo degli studenti africani. Una diaspora che subisce il processo migratorio passivamente. «La nascita di un movimento transnazionale di studenti africani – spiega l’Autore – ci lascia tuttavia sperare che il futuro del continente siano loro!». Una speranza riposta anche nei figli dell’immigrazione, ponti naturali verso una vera integrazione. Ammonisce tuttavia Komla: «Per contare questi ragazzi devono entrare in campo e non rimanere in panchina».