Egitto

Forze di sicurezza egiziane hanno arrestato Hassan Malik, ex leader della Fratellanza Musulmana, nel corso di un’operazione contro le reti islamiste ancora presenti nel paese. A riportare la notizia, alcuni funzionari di sicurezza. «È stato arrestato al Cairo con l’accusa di finanziare un gruppo che promuove la violenza», ha detto uno dei funzionari.

Malik era uno dei maggiori esponenti della Fratellanza ad essere riuscito a sfuggire al più massiccio giro di vite anti-islamista nella storia moderna dell’Egitto. Forze di sicurezza hanno ucciso centinaia di islamisti, insieme a migliaia di arresti, da quando l’esercito rovesciò il leader della Fratellanza Musulmana Mohammed Morsi nel 2013, in seguito a violente proteste popolari contro il suo governo.

L’attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi ha bollato la Fratellanza come gruppo terroristico, mettendolo al bando perché considerato una «minaccia nei confronti dell’Egitto».

Un gruppo di militanti del Sinai vicini al gruppo Stato islamico ha ucciso centinaia di soldati e agenti di polizia dalla deposizione di Morsi. (Reuters)