Calcio: CAN-2010
Grande rivincita per la nazionale di calcio egiziana. Estromessa dai Mondiali, a Khartoum, dalla rivale algerina, si è aggiudicata, per la terza volta consecutiva, la finale della Coppa d’Africa che si è giocata in Angola.

Grande festeggiamenti ieri sera per le vie del Cairo per la terza vittoria consecutiva (la settima in totale) della nazionale egiziana alla Coppa d’Africa, il torneo calcistico più prestigioso del continente. Centinaia di migliaia di egiziani sono scesi in strada pochi secondi dopo il fischio finale dando vita ad una festa che è durata fino all’alba.
Nella finale di ieri sera a Luanda i faraoni hanno battuto le aquile nere del Ghana per 1-0. Il gol decisivo è di Gedo, entrato da pochi minuti al posto di Meteb. Grande delusione per il Ghana, che cercava il quinto titolo della sua storia.

 

Al Cairo migliaia di tifosi hanno guardato la partita su un maxischermo all’interno dello stadio nazionale in un clima di grande tensione.
Egitto campione d’Africa per la settima volta e per tre volte consecutive, dunque. Amarezza per il Ghana, mentre sabato la gara per stabilire terzo e quarto posto ha visto salire sul gradino più basso del podio i nigeriani vincitori sull’Algeria grazie ad un gol di sinistro di Obinna all’11mo della ripresa.

 

Intanto, per la nazionale togolese, dopo il danno arriva la beffa, perché la Confederazione africana di calcio ha sospeso il Togo dalle prossime due edizioni della Coppa d’Africa infliggendole anche una multa di 50.000 dollari.
La squadra era stata costretta a ritirarsi a pochi giorni dall’inizio delle gare, dopo aver subito un attacco terroristico l’8 gennaio, durante il trasferimento in pullman tra il Congo e l’Angola, costato la vita a 2 membri della delegazione. In seguito al drammatico episodio il governo togolese ha deciso di richiamare la squadra.
Adesso si guarda a sud, e ai campionati mondiali del Sudafrica che inizieranno l’11 giugno.