Egitto

I giornalisti Basma Mostafa e Mohamed El Sawi, fermati stamattina vicino piazza Tahrir, sono stati rimessi in libertà. La notizia è stata diffusa su vari siti. Basma Mostafa è la cronista che aveva intervistato la famiglia presso la quale erano stati trovati i documenti intestati a Giulio Regeni.

Rilasciati anche i due giornalisti stranieri, un danese ed un ungherese, fermati a Nahya (Giza) Lo ha reso noto il presidente del comitato del sindacato dei giornalisti, Khaled El Balchi, mentre siti web riferiscono del rilascio dei giornalisti francesi fermati a Dokki, sempre nell’area di Giza. In una dichiarazione all‘Ansa Balchi ha aggiunto che 25 giornalisti egiziani sono stati arrestati in mattinata al Cairo e 15 di loro sono stati rilasciati. I quattro francesi – Efa Sheef, Sam Forey, Etienne Bouy e Jenna Le Bras – sono stati rilasciati nel pomeriggio. Secondo siti web, due di loro sono anche attivisti per i diritti umani.

Oltre agli arresti dei giornalisti, si registrano scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Centinaia di giovani che si erano radunati per manifestare in piazza Missaha, nel quartiere cairota di Dokki, sono stati affrontati dalla polizia con lanci di lacrimogeni. Gli attivisti denunciano anche l’uso di cartucce caricate con pallini. Nel centro della capitale, sono decine i fermi compiuti dalla polizia, vicino alla sede del sindacato dei giornalisti, una delle sedi che da stamani erano le più presidiate dai servizi di sicurezza. (Ansa)