L’ex presidente egiziano Mohamed Morsi, deposto nel 2013 e già condannato all’ergastolo, è stato rimosso dall’elenco dei terroristi redatto dalle autorità dell’Egitto. È quanto afferma Tarek Negida, avvocato egiziano per i diritti umani, interpellato da “Agenzia Nova”.

È confermata dunque la notizia diffusa dall’agenzia di stampa turca “Anadolu”, che non aveva inizialmente trovato riscontri nei media egiziani.

La rimozione di Morsi dall’elenco dei terroristi è stata disposta dalla Corte di cassazione del Cairo, che ha accolto l’appello presentato dall’ex presidente egiziano e da altri 1.254 iscritti. I nominativi erano stati inseriti nell’elenco dei terroristi nel gennaio 2017 per appartenenza o vicinanza alla Fratellanza musulmana, organizzazione al bando in Egitto dal 2013. (Agenzia Nova)