Cina – Africa / Egitto

Il presidente cinese Xi Jinping è in visita ufficiale in Egitto, dove è ha in programma per oggi un incontro con l’omologo egiziano Abdul Fatah al Sisi. Successivamente il presidente si recherà a Luxor per inaugurare l’anno della cultura sino-egiziana in occasione del 60mo anniversario delle relazioni bilaterale. Inoltre, i due capi di Stato dovrebbero concordare un programma di collaborazione per i prossimi cinque anni (2016-2021), che sarà spiegato nei dettagli durante una conferenza stampa.

Xi Jinping è accompagnato da una folta delegazione economica che include i rappresentanti delle maggiori compagnie cinesi. Secondo la stampa egiziana, la visita fornirà l’occasione per firmare 12 memorandum d’intesa in materia di edilizia, trasporti ed energia elettrica.

La visita del leader cinese s’inserisce nel contesto di un “tour” in Medio Oriente che lo ha portato martedì scorso in Arabia Saudita e nei prossimi giorni in Iran.

La Cina dovrebbe concedere inoltre un prestito del valore di 1,5 miliardi di dollari alla Banca centrale d’Egitto durante la visita del presidente cinese. Lo ha reso noto nei giorni scorsi una fonte bancaria al quotidiano locale al Masry al Youm. Il prestito, secondo la fonte, “sarà utilizzato per sostenere il bilancio generale del paese e accrescere le riserve in valuta estera pari a 16,4 miliardi di dollari”.

La visita del capo dello Stato cinese fornirà inoltre l’occasione per firmare accordi di prestito del valore di 500 milioni di dollari e di 100 milioni di dollari, a disposizione rispettivamente della Banca nazionale d’Egitto e di Banque Misr. Il presidente di Banque Misr, Mohamed el Etreby, ha dichiarato che la banca utilizzerà il prestito per finanziare le piccole e medie imprese locali.

Durante la sua permanenza in Egitto, prevista tra il 20 e il 22 gennaio, Xi Jinping presenzierà alla firma di una serie di altri accordi in vari campi, tra cui infrastrutture e trasporti. La Cina ha conquistato un’importante fetta del mercato edilizio egiziano, accaparrandosi il contratto del mega progetto per costruire la nuova capitale amministrativa del paese nordafricano. I protocolli d’intesa hanno un valore totale di due miliardi dollari.

Gli scambi tra Egitto e la Cina sono ammontati 10,3 miliardi di dollari nel 2013, in un aumento dell’8,4 per cento rispetto al 2012, con un forte squilibrio a favore di Pechino: 1,9 miliardi di dollari di export egiziano a fronte degli 8,4 miliardi di dollari dei cinesi. Il numero di imprese cinesi nel paese nordafricano è quasi raddoppiato negli ultimi cinque anni. (Agenzia Nova)