Egitto

l ministero dell’Interno egiziano ha annunciato di aver sgominato una cellula terrorista legata ai Fratelli musulmani attiva al Cairo.

Secondo quanto riporta il quotidiano “al Masry al Youm”, la cellula era composta da 12 persone che diffondevano la propaganda jihadista e che si era divisa a sua volta in tre gruppi.

La loro base era in alcuni appartamenti nella zona di Salam City del Cairo dove nascondevano anche armi e migliaia di coltelli.

Intanto continua la situazione di tensione le Sinai. Sabato il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi si è recato nel nord del Sinai, per incontrare le truppe impegnate nell’offensiva contro i jihadisti responsabili degli attacchi di mercoledì scorso a diverse postazioni militari, che hanno fatto decine di morti.

Oltre 60 militanti di gruppi islamisti sono stati uccisi nel nord della Penisola del Sinai nella sola giornata di ieri: lo hanno riferito responsabili della sicurezza, citati oggi da fonti di stampa egiziane.

Secondo questa ricostruzione, i militanti sono stati uccisi dopo che le Forze armate avevano identificato quattro basi dei gruppi islamisti tra le cittadine di Sheikh Zuweid e Rafah, al confine con la Striscia di Gaza. Nelle operazioni sono stati utilizzati anche elicotteri da guerra del modello Apache. (Agi / Misna)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati