Haidar punta il dito contro Rabat
Sale a 19 morti, secondo il Fronte Polisario, il bilancio delle vittime dell’attacco lanciato da Rabat, l’8 novembre, contro un accampamento-protesta alle porte di El Aiun, capitale del Sahara Occidentale. Ventimila sahrawi manifestavano contro le discriminazioni subite. Secondo il Polisario, sono quasi 160 le persone delle quali non si ha più notizia. Haidar, la “Gandhi sahrawi” parla di attacco ‘calcolato’.

Sahara Occidentale: massacro a Laayoune

Una “tattica”: di questo si tratta secondo Aminatou Haidar, eroina sahrawi, autonomia amministrativa, sotto la sovranità marocchina.