Etiopia / Politica

È una donna anche la presidente della corte suprema del paese. Il primo ministro Abyi Ahmed ha nominato alla prestigiosa carica l’avvocato Meaza Ashenafi, nota attivista per i diritti umani, recentemente consulente per i diritti delle donne dell’United Nations Economic Commission for Africa (Commission economica per l’Africa delle Nazioni Unite). Meaza Ashenafi è la prima donna a ricoprire la carica più alta nel settore della giustizia che, in Etiopia, opera indipendentemente dal governo.

Con la sua nomina, approvata dal parlamento, si consolida la parità di genere nelle più importanti cariche del paese. Il governo è ora formato da 20 ministri, di cui 10 sono donne che reggono alcuni dei ministeri chiave, come quello della Pace, di fatto il ministero degli Interni, e della Difesa. È donna anche la presidente del paese, l’ambasciatrice Sahle-Work Zewde, nominata la scorsa settimana.

Ieri è stata nominata anche la portavoce ufficiale del governo, Billene Seyoum, che ricopre la carica di Segretaria per la stampa nell’ufficio del primo ministro. Mantiene la carica di vice Helen Yosef, un’altra donna. (Africanews)