Etiopia

Il governo di Addis Abeba in Etiopia ha annunciato che è aumentato a 10,1 milioni il numero stimato di persone che hanno un disperato bisogno di aiuti alimentari a causa della siccità che sta colpendo il paese causata dal fenomeno climatico El Nino.

Più della metà di loro sono bambini secondo l’Ong Save the Children. Il fenomeno meteorologico El Nino è causato dal riscaldamento dell’Oceano Pacifico, che è stato il  peggiore degli ultimi 50 anni, ha aggiunto sempre Save the Children.
Nel mese di novembre, le Nazioni Unite avevano parlato di 8,2 milioni etiopi minacciati dalla fame.

Il governo ha lanciato un enorme sforzo nazionale, destinando quasi 200 milioni di dollari per affrontare la crisi alimentare. Ma con 10,1 milioni di persone – un decimo della popolazione etiope – a rischio a causa della perdita dei raccolti di quest’anno in alcune parti dell’Etiopia, sono necessari maggiori aiuti umanitari.

Save the Children ha annunciato che una “risposta di emergenza” per affrontare la crisi potrebbe costare  almeno 1,4 miliardi di dollari.
“Si stima che circa 400.000 bambini siano a rischio di sviluppare una grave malnutrizione nel 2016, che può portare all’arresto della crescita, ritardi fisici e mentali in fase di sviluppo”, si legge in un comunicato.

Diversi altri Stati africani – tra cui il Malawi e il Sudafrica – sono stati colpiti dalla siccità di El Nino. Una carestia in Etiopia nel 1984 causò la morte per fame di centinaia di migliaia di persone. (Bbc)