Etiopia / OLF

Un gruppo ribelle etiopico ha dichiarato giovedì un cessate-il-fuoco unilaterale dopo che il parlamento l’ha rimosso dalla lista nera dei movimenti terroristici, come parte di uno storico processo di riforma guidato dal nuovo primo ministro, Abiy Ahmed.

L’Oromo Liberation Front (OLF) ha combattuto per l’autonomia della regione di Oromia – la più grande dell’Etiopia – dal 1993. Nel 2008 è stato dichiarato dal governo gruppo terroristico.

«La dichiarazione temporanea di cessate-il-fuoco ci porterà alla cessazione bilaterale delle ostilità e alla fine del conflitto», fa sapere l’OLF con un documento pubblicato dai media statali.

La settima scorsa, il parlamento etiopico ha anche cancellato dall’elenco dei gruppi terroristici, il Fronte nazionale di liberazione dell’Ogaden (ONLF) e il movimento di opposizione Ginbot 7. 

Sempre ieri, il presidente della regione Somala dell’Etiopia ha annunciato la scarcerazione di migliaia di detenuti, accusati di collaborare con l’ONLF. Molti altri erano stati liberati nei mesi scorsi. (Africanews)