Etiopia / Libertà d'espressione

Il giornalista e blogger etiopico Eskinder Nega è stato proclamato Eroe mondiale per la libertà di stampa (World press freedom hero) dall’International press institute (Ipi) che ha assegnato per la 69esima volta il premio, dedicato a giornalisti che hanno dato un significativo contributo alla libertà di stampa, mettendo a rischio se stessi.

Eskinder Nega è in carcere dal 2011, condannato a 18 anni di prigione, per aver criticato le misure antiterrorismo governative che hanno portato ad una forte limitazione della libertà di stampa e ad altri abusi. Per il suo lavoro di giornalista è stato accusato di supportare gruppi terroristici – in particolare il Movimento per giustizia, libertà e democrazia Ginbot 7 – e di essere una spia di forze straniere, riferendosi evidentemente all’Eritrea, considerata il maggior sostenitore proprio del Ginbot 7. Amnesty International l’ha subito considerato un prigioniero di coscienza, “detenuto esclusivamente per aver esercitato il suo diritto di libertà di espressione”. (All Africa)