Etiopia

Il partito dell’opposizione etiopico “Blue Party” ha denunciato l’uccisione di uno dei suoi candidati che hanno partecipato alle elezioni parlamentari avvenute lo scorso mese. L’omicidio è avvenuto nella città di Debre Markos, nel nord-ovest del paese.

 Secondo la ricostruzione riferita dal partito di cui faceva parte, due persone avrebbero aggredito Samuel Awoke, 29 anni, avvocato, armati di bastone e coltello mentre tornava a casa da solo dopo una serata con gli amici. 

“L’aggressione ha tutti i connotati per potersi definire politicamente motivata” ha detto Samuel Tesfaye, portavoce del Bue party, che con queste parole ha accusato direttamente il partito al governo, Fronte democratico rivoluzionario del popolo etiope (Eprdf).

Il ministro delle Comunicazioni etiope, Redwan Hussien, ha negato che il governo del primo ministro Hailemariam Desalegn sia in alcun modo coinvolto nell’omicidio e che, anzi, un sospetto è stato già fermato e l’aggressione “potrebbe essere la conseguenza di una disputa legale” .

Samuel aveva ricevuto numerose minacce di morte ed era già stato aggradito durante la recente campagna elettorale (le elezioni si sono svolte il 24 maggio). L’avvocato aveva lavorato nel controllo delle difficili procedure elettorali nella regione Amhara.

Le elezioni del 24 maggio scorso sono state vinte con una maggioranza schiacciante dal Eprdf al potere, e i suoi alleati che hanno vinto tutti i 442 seggi federali su 547 annunciati finora dalla commissione elettorale. (Reuters)


Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati