Etiopia / Kenya

Almeno 9.600 abitanti della Moyale etiopica hanno passato il confine cercando rifugio in Kenya nell’ultima settimana. Moyale, importante mercato, è una città divisa dal confine tra i due paesi. In una conferenza stampa tenutasi venerdì scorso, il capo della polizia etiopica, Assefa Abyou, ha detto che si stanno facendo i passi necessari per riportare presto a casa i concittadini espatriati.

L’esodo è stato provocato da un’operazione dell’esercito federale in cui almeno 9 civili sono stati uccisi e 16 sono rimasti gravemente feriti. Secondo fonti governative, l’operazione aveva l’obiettivo di intercettare uomini armati del Fronte di Liberazione Oromo, gruppo secessionista che ha base oltre confine.

La responsabilità dell’errore di valutazione compiuto nell’aprire il fuoco contro i civili è stato attribuito a informazioni di intelligence sbagliate. A conferma di questa versione, Assefa Abyou ha detto che nell’operazione sono state sequestrate almeno 20 mila munizioni. Ha inoltre assicurato che il governo sta lavorando per proteggere i cittadini da elementi che portano instabilità in tutta l’area. Si riferiva ai movimenti di opposizione armata oromo. Ha infine dichiarato che metà degli arrestati dei giorni scorsi sono già stati liberati, ma non ha fornito informazioni più precise in materia. (Reliefweb / Africanews)