Ghana

Si è ulteriormente aggravato, raggiungendo la quota di 175 vittime, il bilancio non ancora definitivo dell’incendio divampato nella notte tra mercoledì e giovedì in una stazione per il rifornimento di carburante ad Accra, capitale del Ghana. Lo riferisce la Bbc

Fatale la concentrazione di folla: numerosi pendolari avevano infatti cercato riparo da un nubifragio stipandosi sotto la tettoia della struttura, quando all’improvviso è scoppiato il rogo. 

L’incendio è stato l’epilogo di una settimana molto difficile per la capitale ghanese già stravolta da piogge incessanti che hanno reso inaginili numerose abitazioni.

Il presidente John Dramani Mahama ha visitato il luogo dell’incendio descrivendolo come “catastrofico” e “senza precedenti” e ha annunciato tre giorni di lutto nazionale a partire da lunedì. Mahama ha anche promesso di adottare misure severe contro coloro che costruiscono lungo i corsi d’acqua, che sembrerebbe essere uno dei fattori che hanno aggravato il disastro.

Il governo ha inoltre annunciato l’intenzione di voler stanziare 14 milioni di dollari per far fronte all’emergenza causata dall’alluvione e dall’incendio. (Bbc)