Ghana

Due giovani donne canadesi rapite la scorsa settimana in Ghana sono state liberate dalle forze di sicurezza. Lo ha annunciato ieri il governo ghaneano.

Lauren Tilley e Bailey Chitty, 19 e 20 anni, volontarie per l’organizzazione benefica canadese Youth Challenge International, erano state sequestrate il 4 giugno mentre si trovavano all’esterno del loro ostello a Kumasi, seconda città e centro economico del paese.

In manette sono finite otto persone – cinque ghaneani e tre nigeriani -, fa sapere il ministero dell’Informazione, precisando che non è stato pagato alcun riscatto e che non vi è stato alcun coinvolgimento straniero nelle operazioni di sicurezza.

Sempre a Kumasi un cittadino indiano è stato rapito e salvato il mese scorso, secondo quanto riportato dai media locali.

I rapimenti erano rari in Ghana fino alla fine dello scorso anno, quando sono cominciati ad aumentare i sequestri, la maggior parte dei quali per ottenere un riscatto. Recentemente nel paese, storicamente stabile, è cresciuta la preoccupazione per infliltrazioni jihadiste, tanto che il governo ha chiesto il sostegno dei servizi di intelligence inglesi. Sabato scorso proprio la Gran Bretagna ha emanato un’allerta per i viaggiatori per probabili attacchi terroristici che “potrebbero essere indiscriminati, anche in luoghi visitati da stranieri”, e per il rischio di nuovi sequestri. (Voice of America)