Ghana

Almeno dieci persone, tra cui otto bambini, sono rimasti uccisi la scorsa settimana a causa delle piogge torrenziali che hanno causato gravi inondazioni nella capitale del Ghana, Accra.

Il temporale si è abbattuto sulla capitale e la parte centrale del paese per quattro giorni, l’Ente nazionale per la gestione delle catastrofi in Ghana (ENGCG) lo ha riferito ieri confermando il bilancio delle vittime.

“In totale, ci sono stati tra i 10 e i 12 morti tra cui otto bambini. La maggior parte delle vittime sono annegate durante le piogge” ha detto il coordinatore regionale per ENGCG, Sandy Amartey, alla Afp.

Un anno fa, circa 154 ghaniani morirono nel corso di una grave alluvione nella capitale Accra, in quell’occasione il bilancio fu aggravato dall’esplosione di una stazione di servizio in cui le persone si erano riunite per cercare riparo dalle piogge.

Numerose discussioni pubbliche si sono svolte anche nella capitale per discutere e trovare soluzioni efficaci alle inondazioni annuali che colpiscono Accra, il problema è in gran parte attribuito ai sistemi di drenaggio inadeguati e ai problemi igienico-sanitari.

La stagione delle piogge in Ghana è tra giugno e agosto e causa spesso notevoli disagi, per questo motivo la ENGCG ha chiesto ai residenti di stare lontano dai fiumi quando le piogge si fanno molte intense. (Africanews)