Ghana

La pirateria costa due miliardi di dollari alle economie delle nazioni dell’Africa occidentale. La stima è stata fornita dall’ammiraglio Geoffrey Mawuli Biekro, capo di Stato maggiore della marina ghanese, nel corso di un convegno svoltosi nella capitale Accra e intitolato “Il fenomeno della pirateria e il suo impatto sull’economia marittima”.

Per il numero uno della marina del Ghana, anche l’industria petrolifera del Paese potrebbe essere minacciata dall’azione dei pirati, per questo occorre che “siano adottate tutte le misure necessarie e lo sforzo di tutte le istituzioni interessate per combattere questo fenomeno”.

Di sicuro, Biekro si e’ detto convinto che “l’azione dei pirati ha un impatto diretto sullo sviluppo delle economie di diverse nazioni”, per cui è auspicabile “che il contrasto alla pirateria assuma una rilevanza più globale e che i governi dell’Africa occidentale collaborino maggiormente unendo le proprie forze per arginare questa minaccia sempre più grave”. (Agi)