Gibuti / Cina

Sono in fase avanzata i lavori di costruzione della prima base militare cinese fuori dai confini. Il complesso è in via di sviluppo nella parte settentrionale di Gibuti, nelle vicinanze del piccolo porto di Obock, nel golfo di Tajura. Obock ha una posizione strategica rilevante, esattamente all’imboccatura del Golfo di Aden.

La base cinese, si sviluppa su una superficie di 90 acri e viene definita dalle autorità di pechino come una base di appoggio. Conterrà magazzini per il rifornimento di eventuali operazioni nell’area, gli alloggiamenti per un limitato contingente di forze speciali, officine per la manutenzione di aerei e navi, depositi di armi.

La costruzione di basi militari fuori dai confini si inquadra nella nuova direzione della politica estera cinese, voluta dal presidente Xi Jinping.

E’ significativo che il primo passo sia fatto in Africa, a guardia del passaggio tra l’oceano Indiano e il Mar Rosso, rotta privilegiata delle petroliere, e nello stesso piccolissimo paese che ospita anche la più grande base americana nel continente, Camp Lemmonier, base di un contingente di 4.000 uomini e di droni usati per operazioni antiterrorismo nell’area. (China Topix)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati