40 anni dedicati all’Africa e agli africani: in Rwanda, Rd Congo, Tanzania, Burundi, e con i più poveri tra i poveri, in Kenya, a Korogocho, il più grande slum di Nairobi. Gino Filippini, missionario laico, è morto il 28 novembre scorso. Aveva 69 anni. I medici, due mesi prima, gli diagnosticarono un mesotelioma, un tumore pleurico polmonare, quello che tra i missionari a Korogocho, vicino alla gigantesca discarica di Dandora, è definita ‘malattia professionale’ provocata dalla polvere dell’amianto. Per ricordare Gino Filippini e tutte le vittime silenziose della miseria e dell’abbandono, abbiamo raggiunto padre Alex Zanotelli che con Gino, nell’inferno di Korogocho, ha condiviso un pezzo di strada.

(A cura di Michela Trevisan)