Sabato 14 luglio

E’ prevista per il 14 luglio a Ventimiglia una giornata internazionale di mobilitazione “per denunciare la brutalità delle politiche nazionali ed internazionali di governo delle migrazioni. Ma anche per rivendicare la necessità di un permesso di soggiorno europeo, il diritto alla mobilità e per ripensare l’attuale sistema della cosiddetta ‘accoglienza’”. A organizzare il meeting è l’associalzione locale Progetto20K, sostenuta da una serie di organizzazioni ‘no border’, che invitano tutte le realtà, le associazioni, i collettivi, i gruppi e le singole persone che si occupano delle tematiche legate ai flussi migratori, all’accoglienza, alla solidarietà e chiunque sia interessato, a partecipare.

Una mobilitazione, si legge nel comunicato dell’organizzazione, che si svolgerà su uno dei confini interni più controversi d’Europa, “per affermare l’umanità e la legittimità delle pratiche solidali e per rompere finalmente con una narrazione improntata prevalentemente su logiche eurocentriche e populiste”.

Non una mobilitazione “per i migranti”, precisano gli organizzatori, “ma una mobilitazione che sappia includere tutti e dare vita a linguaggi e progetti coinvolgenti… una mobilitazione trasversale che, con la forza della sua determinazione e partecipazione, sappia dare forza e visibilità alle rivendicazioni delle persone migranti e ai diversi percorsi di solidarietà che si stanno sviluppando in tutta Europa (dalla Spagna alla Grecia passando per Calais) contro la barbarie rappresentata dai confini e dalle politiche migratorie”. (Progetto20K)

Info e adesioni:
mobilitazione14luglio@gmail.com
#permessodisoggiornoeuropeo