Guinea Politica e Società
Dichiarato sciolto il Fronte nazionale per la difesa della Costituzione
Guinea, la giunta militare cancella l’opposizione
10 Agosto 2022
Articolo di Redazione
Tempo di lettura 1 minuti
(Africa Radio)
Manifestazione a Conakry del Fronte nazionale per la difesa della Costituzione

In Guinea cambiano gli scenari politici ma non cambia l’atteggiamento del potere contro ogni forma di opposizione organizzata. I militari guidati dal colonnello Mamady Doumbouya, che nel settembre 2021 ha deposto il presidente Alpha Condé, hanno deciso di sciogliere il Fronte nazionale per la difesa della Costituzione (Fndc).

L’Fndc è una coalizione di partiti, sindacati e organizzazioni della società civile, già attiva ai tempi di Condé, che da mesi denuncia una «gestione unilaterale della transizione» da parte della giunta militare. Alcune manifestazioni di piazza organizzate dalla coalizione sono state vietate, si sono svolte ugualmente e sono costate cinque morti. Ma nei giorni scorsi è stato lanciato un nuovo appello alla mobilitazione per il 17 agosto.

Queste le parole usate dal regime per giustificare lo scioglimento della coalizione: «Il loro modo di operare si struttura con azioni violente nel corso di manifestazioni non autorizzate e con azioni mirate contro le forze dell’ordine».

 

 

Copyright © Nigrizia - Per la riproduzione integrale o parziale di questo articolo contattare previamente la redazione: redazione@nigrizia.it