Guinea

Il presidente guineano Alpha Condé ha incontrato dopo tre anni il suo principale oppositore Celou Dalein Diallo. Quest’ultimo, tuttavia, si è detto “deluso” dai risultati del colloquio. L’incontro, in programma inizialmente per l’8 maggio, era già stato rinviato una volta.

Tre i temi del dialogo, ha reso noto la presidenza guineana in una nota, “le scadenze elettorali, la lotta contro lo sviluppo del fondamentalismo religioso in Guinea e la ricerca di soluzioni di pace in Mali”. Centrale è stato però, inevitabilmente, il primo argomento: da settimane l’opposizione manifesta chiedendo l’inversione dell’attuale calendario elettorale, che prevede la tenuta delle presidenziali ad ottobre 2015 e lo svolgimento delle elezioni locali (più volte rinviate dal 2010) l’anno prossimo.

Incontrando il presidente, il leader d’opposizione ha chiesto che la commissione elettorale rispetti i patti – siglati nel 2013 ma non riconosciuti da Condé – che prevedevano già un calendario elettorale inverso rispetto a quello attuale. Sul tema, ha sostenuto Dalein Diallo, il presidente si è limitato “ad ascoltare”, promettendo di mediare tra le posizioni dei manifestanti e quelle del suo stesso partito in qualità di arbitro “al di sopra della mischia”. (Misna)