Lo considerano il più importante trafficante d’armi al mondo. È stato presente in tutte le guerre africane degli ultimi anni. Un rapporto di Amnesty international del 2005 lo accusa di aver violato in decine di casi l’embargo imposto dalle Nazioni Unite. Viktor Bout, ex agente del Kgb, è stato arrestato all’inizio di marzo dalla polizia tailandese. Una fine corsa, la sua, che ha fatto emergere il ruolo sempre attuale dei ‘signori della guerra’ e della difficoltà a livello internazionale di regolamentare il commercio delle armi. Ne parliamo con Giorgio Beretta della Rete italiana disarmo, nonché responsabile della Campagna Banche Armate.

(A cura di Gianni Ballarini)

17 Marzo 2008