Isole Comore

Nelle Comore sono stati annunciati i risultati definitivi delle elezioni presidenziali che si sono svolte l’11 maggio: Azali Assoumani è il nuovo capo di Stato che ha avuto la meglio su su Mohamed Ali Soilihi, il candidato del potere uscente. Ad annunciarlo è stata ieri la Corte costituzionale dello stato insulare. I comoriani sono andati alle urne in 13 distretti dell’isola di Anjouan, una delle tre isole dell’arcipelago delle Comore insieme a Moheli e Grande Comore.

Il voto del 11 maggio è la ripetizione dello scrutinio dello scorso 10 aprile annullato a causa delle irregolarità riscontrate.

Secondo i dati diffusi in nottata dalla Commissione elettorale centrale, Assoumani avrebbe ottenuto 2.271 voti contro i 1.308 conseguiti dal vicepresidente uscente Mohamed Ali Soilih e i 165 conquistati da Mouigni Soilihi.

Lo scrutinio, si è svolto in una situazione di confusione e di tensione dopo che il presidente della Commissione elettorale ha abbandonato la sede della commissione a causa di divergenze non meglio precisate con il suo numero due.

Azali Assoumani, è un ex golpista  che sali al potere con un colpo di stato nell’aprile del 1999 ed è stato presidente dell’arcipelago fino al 2006 prima di perdere le elezioni contro Ahmed Abdallah Sambi. (Rfi)