Kenya

Un bus partito da Nairobi ha subìto un’imboscata domenica mattina mentre transitava fra i villaggi di Kutulo e Daba, nella contea di Mandera, a pochi chilometri dal confine con la Somalia. Secondo Mohamud Saleh, amministratore capo della regione nord-orientale, a bordo si trovavano almeno 50 passeggeri.

Due persone sarebbero morte nella sparatoria. L’attacco non è ancora stato rivendicato, ma i sospetti cadono sul gruppo islamista Al-shabaab.

Alcuni testimoni raccontano che gli assalitori avrebbero chiesto ai passeggeri di dividersi in due gruppi a seconda del proprio credo religioso. I passeggeri di fede musulmana, aggiungono i testimoni, si sarebbero rifiutati di eseguire gli ordini, ribattendo di “essere uccisi insieme o lasciati in pace”.

Un impiegato della compagnia di trasporto Makkah, cui appartiene il bus assalito domenica, ha confermato la versione riportata dai testimoni oculari. Ali Roba, un governatore locale, ha definito il gesto come un atto di “patriottismo e senso di appartenenza”. (Aljazeera)