Kenya

Cresce ancora il bilancio provvisorio del crollo di un palazzo avvenuto venerdì in un quartiere povero di Nairobi, Huruma. Le cifre ufficiali parlano ora di almeno 20 morti accertati e di 73 dispersi. L’ultimo bilancio ieri contava 10 morti.
Le notizie iniziali parlavano di un edificio di sei piani, ma in seguito è emerso che il piano terra e il primo piano dell’edificio, che sorge in riva a un fiume, erano sprofondati nel terreno prima del crollo vero e proprio, a causa del dissesto del terreno in conseguenza delle pesantissime piogge che hanno colpito il Kenya in questi giorni.

A Nairobi i soccorritori sono ancora a lavoro per cercare i sopravvissuti. Intanto Il presidente Uhuru Kenyatta ha visitato il luogo del disastro riferendo ai media la necessità di “fare un controllo su tutte le case dell’area per capire quali sono a rischio collasso”. Kenyatta ha inoltre ordinato di arrestare i propietari del palazzo con l’accusa di negligenza.

Nell’edificio, costruito due anni fa ma dichiarato inagibile e mai sgomberato, vivevano 150 famiglie. Il crollo è avvenuto venerdì alle 21:30 ora locale, le 20:30 in Italia. Due edifici vicini sono stati evacuati, più di mille persone hanno lasciato le proprie abitazioni. (Ansa)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati