Kenya

Una nuova legge destinata a stabilire il quadro normativo sulla contrattazione, l’esplorazione e la produzione del petrolio è stata approvata in via definitiva dal Parlamento di Nairobi.

A segnalarlo sono i media locali, ricordando come la proposta di legge (Petroleum Exploration, Development and Production Bill) fosse stata presentata dal governo al Parlamento lo scorso agosto.

In base a quel che viene reso noto, la nuova legge – che sostituisce un precedente provvedimento risalente al 1986 – prevede che il governo centrale ottenga il 70% dei profitti legati alla commercializzazione di petrolio e gas naturale, mentre i governi locali delle contee sul cui territorio si trovano i giacimenti manterranno il 20% dei profitti e alle comunità locali spetterà infine il restante 10%.

Tra le altre misure previste figura inoltre anche la creazione di un’Autorità indipendente di regolamentazione delle attività upstream e di un fondo sovrano che si occupi della gestione delle royalties petrolifere. (Africa e Affari)