Kenya

L’Università di Garissa ha riaperto oggi i battenti, a nove mesi di distanza dall’attacco terroristico nel quale avevano perso la vita 148 studenti universitari per mano dei militanti del gruppo somalo al Shabaab. Nonostante le misure di sicurezza siano state potenziate, solo pochi studenti si sono fino ad ora ripresentati alle lezioni.

Dopo il sanguinoso attentato dello scorso aprile, era stata offerta a 650 studenti la possibilità di continuare gli studi in un campus universitario gemellato di Eldoret, nella regione occidentale del paese. Le autorità ora sperano di poterne attirare a Garissa almeno una parte, nel tentativo di rilanciare la struttura universitaria rimasta chiusa per lungo tempo.

Al momento si sono presentati soltanto una dozzina di studenti, iscritti al corso di economia aziendale. Si tratterebbe, secondo la corrispondente della Bbc Angela Ngendo, di ragazzi iscritti al terzo anno che vogliono completare il corso per potersi laureare. Le autorità universitarie si aspettano però un maggiore afflusso all’inizio del prossimo anno accademico, previsto per settembre. (Bbc)