Kenya / Bracconaggio

Satao II, un elefante di 50 anni, uno degli ultimi esemplari appartenenti alla rara specie dei “Big Tuskers” (grandi zanne) è stato trovato morto vicino al confine del Parco Nazionale dello Tsavo, nel Kenya occidentale. La sua carcassa è stata scoperta a gennaio, durante il pattugliamento di sorveglianza aerea di routine dei 25.000 km quadrati del parco, ma è stata annunciata solo ieri.

Gli ambientalisti sostengono sia stato ucciso da una freccia avvelenata, anche se la causa della morte non è ancora stata confermata. Prima di lui, nel 2014, un altro rappresentante di questa specie – una delle più antiche del continente, di cui restano solo una trentina di esemplari – fu ucciso dai bracconieri.

Al momento del ritrovamento, l’animale aveva ancora le enormi zanne (più di 50 kg l’una) recuperate intatte da una squadra del Kenya Wildlife Service, prima che potessero intervenire i bracconieri. Dopo la scoperta, i rangers hanno rintracciato nel cuore del parco il covo di una banda dedita al bracconaggio di elefanti, arrestandone due membri.
Tra gli oggetti trovati nel covo anche tre archi e 12 frecce avvelenate, e un fucile AK47. (Bbc)