1° Maggio

Anche il continente africano ha celebrato ieri la giornata mondiale del lavoro con manifestazioni di lavoratori e disoccupati e discorsi più o meno incoraggianti dei vari capi di Stato e di governo. Secondo l’Organizzazione internazionale del lavoro, nell’Africa sub-sahariana, circa tre quarti di chi è impiegato lavora nel settore informale, e dunque senza contratti o protezione sanitaria e sociale.

Un recente studio della Brookings Institution, rivela che gli africani tra i 15 e i 24 anni sono solo un terzo della popolazione in età lavorativa del continente, ma rappresentano quasi due terzi dei disoccupati.

Buone notizie arrivano dal Burkina Faso dove ieri il governo ha annunciato che saranno disponibili a breve 22.755 posti vacanti, per lo più nei settori della sanità e dell’istruzione (81,33%).

In Tanzania, invece, il presidente John Magufuli ha recentemente ordinato il licenziamento di oltre 9.932 impiegati governativi, dopo aver scoperto che questi avevano presentato qualifiche false. Circa 3.000 altri funzionari sono stati sospesi in attesa di verificare la regolarità dei loro certificati. (VoA / AfricaNews / Rfi)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati