Liberia

Migliaia di liberiani sono scesi in piazza della capitale, Monrovia, venerdì, per protestare contro la corruzione e il declino economico dei quali incolpano il presidente, l’ex stella del calcio George Weah, figura un tempo molto popolare.

In netto contrasto con le celebrazioni festose che nel 2017 salutarono la sua vittoria elettorale, folle di cittadini delusi si sono radunati vicino alla residenza ufficiale del presidente gridando slogan nei quali Weah era definito “un traditore”.

Tra le lamentele principali dei manifestanti c’è un’economia stagnante in cui la maggior parte della popolazione vive ancora in profonda povertà e uno scandalo in cui il paese l’anno scorso ha perso 100 milioni di dollari in banconote di nuova stampa, destinate alla banca centrale.

L’economia della Liberia è stata duramente colpita da un’epidemia di Ebola che tra il 2014 e il 2016 ha ucciso migliaia persone, dal crollo dei prezzi delle sue principali esportazioni, il minerale di ferro e la gomma, e dal taglio degli aiuti esteri.

Il Fondo Monetario Internazionale a marzo ha rivisto le previsioni di crescita economica della Liberia per il 2019 allo 0,4%, dal 4,7% iniziale. L’inflazione ha raggiunto il picco del 28,5% a dicembre, facendo salire il prezzo degli articoli di uso quotidiano e la difficoltà per i più poveri di procurarsi il cibo.

Molti credevano che Weah, cresciuto in una baraccopoli di Monrovia prima di diventare un famoso attaccante di alcune delle più grandi squadre di calcio europee, avrebbe portato una nuova alba. Invece, il nuovo presidente affronta le stesse critiche di corruzione che hanno perseguitato il suo predecessore, Ellen Johnson Sirleaf.

Una petizione fatta circolare dagli organizzatori della protesta accusa l’amministrazione di aver usato male i fondi pubblici, di violare le libertà di stampa e di non finanziare adeguatamente programmi di salute e istruzione. Il documento accusa inoltre Weah di costruire “decine di case di lusso” dopo che ha rifiutato di dichiarare pubblicamente i suoi beni. (Reuters)