Libia

Un attentatore suicida appartenente allo Stato Islamico ha attaccato un posto di blocco fuori dalla città libica di Misurata ieri uccidendo 5 persone e ferendone altre 8. Lo hanno dichiarato fonti ufficiali locali

L’attentato è avvenuto sulla superstrada che collega Misurata a Tripoli. L’attentatore suicida ha lanciato un’auto carica di esplosivo contro quello che è considerato il principale checkpoint di sicurezza a ovest di Misurata, hanno detto i funzionari. Diverse auto e negozi nelle vicinanze sono stati danneggiati dall’esplosione.

Lo Stato Islamico ha rivendicato l’attentato e ha detto in un messaggio su Twitter che è stato effettuato da un militante tunisino.

I militanti islamici del sedicente Stato Islamico hanno compiuto diversi attacchi nella zona di Misurata, così come in altre parti della Libia.

Due governi rivali sono in lotta per il controllo della Libia e la loro battaglia sta lasciando un vuoto di potere che permette così ai combattenti islamici di guadagnare terreno nel caos più totale. Il governo riconosciuto a livello internazionale opera in Libia orientale mentre Misurata è controllata dal governo libico non riconosciuto che ha sede a Tripoli.

Contemporanemente all’attentato di Misurata, un membro del parlamento rivale a Tripoli, Salim al-Hamali, che era scomparso, è stato trovato morto a sud della capitale, lo ha annunciato la televisione al-Nabaa con sede a Tripoli. (Reuters / Arabpress)